Virginio Andrea Doglioni (1896-1979)

Virginio Andrea Doglioni (Belluno 1896 -1979), fu combattente volontario nel “Corpo volontario alpino di Feltre e Cadore” durante la Prima Guerra Mondiale; prigioniero e mutilato di guerra, dopo Caporetto fu catturato sull’altipiano del Cansiglio (Alpago) e deportato in Ungheria ove fu intenato in campo di concentramento. Fu professore di storia dell’arte presso il Liceo Classico “Tiziano” di Belluno, valente artista e cultore di storia locale, ebbe un ruolo di primissimo piano nell’ambito della cultura bellunese e veneta, dal primo dopoguerra agli anni ’60 del XX secolo, anche con ruoli istituzionali di spicco nell’ambito di associazioni combattentistiche e di sodalizi artistici operanti sul territorio. La complessità dell’itinerario intellettuale e civile del Doglioni trova puntuale rispecchiamento nel suo archivio, in cui sono conservati accanto a manoscritti, libri a stampa e materiali di lavoro e di studio, scritti e documenti, testimonianze e ricchi carteggi, esito della fitta rete di relazioni intrattenute per tutto il corso della vita con eminenti rappresentanti della cultura bellunese e italiana del Novecento. Il fondo archivistico è pervenuto al Comune di Belluno grazie all’atto di donazione dei figli eredi, che in particolare nelle persone di Vittore e Leonisio hanno curato anche il riordino dei materiali, emulando quanto già fatto dal padre che durante gli anni ‘960 si premurò di donare al Museo Civico di Belluno alcuni materiali archivistici del “Corpo volontario alpino di Feltre e Cadore” evitandone la dispersione e di cui curò anche l’allestimento museale (fondo anch’esso conservato ora presso l’Archivio storico del Comune di Belluno, archivi privati).

 

Bibliografia di V. A. Doglioni:

V. A. Doglioni, Belluno medioevale. Con riproduzioni della Citta del ‘400, ‘500, ‘700, ‘900 illustrate da note e disegni , Belluno, Tip. Benetta, 1934;

Idem, Le quattro stagioni: affreschi di Cesare Vecellio nell’atrio del palazzo della provincia di Belluno, Padova, Stediv, 1937;

Id., Carattere italico della xilografia religiosa popolare nella provincia dolomitica della Piave, Belluno, P.N.F. Dopolavoro provinciale di Belluno. Comitato provinciale per le arti popolari. II Mostra provinciale arti popolari e arte retrospettiva. Belluno, agosto settembre XVI (st.: Belluno, Tip. Sommavilla), 1938;

Id., Avogari dei vescovi di Belluno e Feltre, s.l., Istituto Veneto di Arti grafiche, 1943;

Mostra di arte figurativa degli artisti bellunesi dell’Ottocento, Settembre bellunese, catalogo delle opere a cura di Virginio A. Doglioni, Belluno, (st. Belluno, Tip. S. Benetta), 1949;

Virginio A. Doglioni, ll palazzo Pagani-Cesa, sede della Camera di commercio, Belluno, tip. Benetta, [1959?] Estr. da: “Rassegna economica”, n. 8 del 1959.

Mostra di stampe e legni remondiniani con aggiunte di incisioni feltrine e bellunesi, Feltre, Museo Rizzarda, ottobre 1960, catalogo a cura di Virginio A. Doglioni, Feltre, Tip. Panfilo Castaldi di G. Possiedi e F., 1960;

Virginio A. Doglioni, Brevi notizie storico-geografiche-statistiche relative al comune di Limana (provincia di Belluno): con una quatticromia da miniatura dell’autore, una carta topografica della regione e una riproduzione zincografica d’un dipinto di M. Cesa, Comune di Limana (st. Feltre, Tip. Panfilo Castaldi di G. Possiedi e F.), 1960;

Id.Un cospicuo patrimonio rurale sito nella conca dell’Alpago in un atto di compravendita del febbraio 1368 tra due patrizi bellunesi, estr. “Rassegna economica” della Camera di Commercio, Industria ed agricoltura di Belluno, nn. 5-8, a nno 1960 e n. 6, anno 1961, Belluno, Tip. S.Benetta, 1962;

Id., Case affrescate a Feltre : le facciate decorate della citta, un patrimonio artistico da salvare Feltre,Feltre,Tip. Panfilo Castaldi di G.Possiedi e F., 1962;

Statuto dell’Associazione Volontari Alpini Feltre-Cadore, con premessovi un chiarimento, dati raccolti e ordinati a cura di Viginio A. Doglioni, Belluno, Tipografia vescovile, 1963;

Racconti di Dal Pont, con presentazione ed illustrazioni a cura di V. Doglioni, Belluno, Tip. Benetta, stampa 1967;

V. A. Doglioni, I Volontari alpini “Feltre-Cadore” nella liberazione di Feltre MCMXVIII, Feltre, Tip. Castaldi, 1968;

Idem, La conquista del passo della Sentinella nell’Alta Val Padola nel Cadore, 16 aprile 1916, Belluno, Tip. Piave, 1968;

Id., Leonisio Doglioni Notizie su Arpone da Vidor vescovo di Feltre e su Giovanni, suo padre, Feltre, Tip. Beato Bernardino, 1984, Estr. da: Ricerche sui santi Vittore e Corona, Feltre, 1984;

Studi su V. A. Doglioni:

Virginio A. Doglioni. Cent’anni di arte e storia a Belluno, a cura di M. Busatta, F. P. Franchi, M. Morales eF. Vendramini, Belluno, s.e.(tip. Piave) 1996.

O. Ceiner, Novecento d’arte a Belluno: l’archivio di Virginio Andrea Doglioni, in Novecento Bellunese, Le collezioni civiche nel secondo Dopoguerra, catalogo della mostra a cura di M. De Grassi, Belluno, Museo civico 16 settembre – 12 novembre 2006, Belluno, Comune di Belluno, 2006, pp. 4 – 13.

S. Franzo, Studi d’artista a Beluno e nel bellunese nel Novecento, in Studi d’artista. Padova e il Veneto nel Novecento, catalogo della mostra a cura di D. Banzato, V. Baradel, F. Pellegrin, Padova, Musei civici agli Eremitani 17 aprile – 18 luglio 2010, Padova, Il poligrafo, 2010, pp. 187-199;

F. Vendramini, Virginio Andrea Doglioni e la ripresa delle iniziative culturali a Belluno nel secondo dopoguerra, “Archivio Storico di Belluno, Feltre e Cadore”, LXXXV (2014) 354, pp. 57-78.

 

fondo archivistico

serie consistenza
inizio
fine
Volontario di guerra: Corpo Volontari Alpini “Cadore” e “Feltre” 5 regg. 1915 1918 (con atti sin 1975)
Associazione Mutilati e Invalidi di Guerra 2 regg. 1924 1967
II. Guerra Mondiale 5 regg. 1939 1946
Appunti e annotazioni di tecnica pittorica 1 reg. 1920 1930
Schede per lezioni di storia dell’arte 1 reg. 1938 1942
Pittori bellunesi – schede preparatorie a: “La Pittura bellunese dalla Bizantina a Francesco Vecellio” di V. A. Doglioni regg. 16                  (con 296 foto) 1930 1960
Atlante fotografico: studio preparatorio a “La Pittura bellunese dalla Bizantina a Francesco Vecellio”di V. A. Doglioni regg. 5                   (con 156 foto) 1930 1960
“La Pittura bellunese dalla Bizantina a Francesco Vecellio” di V. A. Doglioni (bozze di stampa) reg. 6 s.d.
Scultura lignea bellunese e carnica (secc.XIV-XV) reg. 1                              (con 7 foto) 1926 1958
Case affrescate a Feltre. Le facciate decorate della città, un patrimonio artistico da salvare” di V.A. Doglioni reg. 1                              (con 66 foto) 1962
Mostra di arte figurativa degli artisti bellunesi dell’Ottocento, Belluno, Scuole “A. Gabelli” 28 agosto – 15 settembre 1949, materiali preparatori e catologo a cura di V.A. Doglioni 4 regg. 1948 1949
Arte in provincia di Belluno (dal medioevo al ‘800) 6 regg.                           (con 406 foto) 1938 1947
Arti Popolari e costumi provincia di Belluno regg.  4                       (con 96 foto) 1937 1972
Mostra Provinciale delle Arti popolari: carteggi, schede rilevazione, cataloghi, opuscoli originali relativi a:  “I. Mostra Provinciale delle Arti popolari” Belluno 1937″; “II. Mostra Provinciale delle Arti popolari” Belluno 1938″ e altre iniziative in tema d’arte e  folklore nella provincia di Belluno 7 regg.                          (con foto e opuscoli originali) 1937 1951
Sindacato artisti bellunesi regg. 9 1930 1960
Carteggi originali con vari corrispondenti del mondo culturale tra i quali: Boris Georgiev (1888-1962), Romana D’Ambros (1913-1997), Vittorio Schweiger (1910-2005), Edgardo Rossaro (1927-1968) regg. 5 1927 1978
Araldica  e stemmi 4 regg. 1924 1938
Bibliografia e bibliofilia 4 regg. 1930 1979
Fondo bibliografico 221 stampati,  opuscoli e riviste sec. XVI sec. XX